Monthly Archives:Gennaio 2019

Le candele, oltre al loro indiscusso potere di creare un’atmosfera dolce, accogliente e romantica, sono praticamente indispensabili in ogni tipo di rituale, dal più semplice ed elementare, dove praticamente basta la presenza giusto di una candela, ai più complessi, dove le candele devono essere disposte in specifiche posizione, avere determinati colori ed essere trattate con oli essenziali ed erbe specifiche. Il 2 Febbraio è, per tradizione, La Candelora e anche nella chiesa cattolica si festeggia e si benedice questa incredibile invenzione che sono appunto le candele. Questa festa si inserisce sulla precedente Imbolc, festa della Dea Brighid, dea del Fuoco, dell’arte, della medicina e protettrice degli artigiani, in particolare dei fabbri.

Che vogliate festeggiare Imbolc o la Candelora l’1 e il 2 febbraio sono i giorni adatti per benedire le candele. Potete portarle in una chiesa (nel qual caso, per rispetto, portatene solo di bianche) o benedirle voi stesse/i a casa vostra. Il “fai da te” è molto semplice: preparate il vostro spazio sacro con incenso (meglio se basilico o patchouli), stendete una tovaglia bianca sul vostro altare, anche semplice tavolino, dove praticate di solito, disponete le candele al centro, se avete acqua di San Giovanni è perfetta, se avete acqua di fonte da voi stesse/i benedetta va bene, se no prendete un dito d’acqua di bottiglia (quella di rubinetto è davvero l’ultima spiaggia, ma se proprio non avete altro….), beneditela a modo vostro e poi benedite le candele, con qualche preghiera che vi sorge dal cuore, importante che chiediate che vi portino sempre la luce per seguire la giusta direzione e operare il Bene.

Così sia, così è.

7 Aprile 2019 Hotel Ca’ Vecchia (Bo)

Domenica 7 aprile, nella splendida location dell’Hotel Ca’ Vecchia, seminario intensivo per approfondire la lettura dei tarocchi. Nei tanti corsi che si trovano, molti anche davvero ottimi e serissimi, alle volte si dedica molto spazio allo studio dell’immenso simbolismo degli arcani e resta poco tempo per allenarsi alla lettura. Anche nella mia esperienza, sia di studente sia di insegnante, ho notato questa pecca ed ho pensato di porvi rimedio. Ormai il corso è ben sperimentato, con successo: ogni partecipante porta una stesa che non ha ben compreso e/o che vuole approfondire o una domanda ed estrarrà in sede le carte, poi si procede alla lettura. Come sempre avviene quando si gioca coi tarocchi, il viaggio parte dagli arcani ed arriva dritto dritto dentro di noi.

Sulla mia pagina fb potrai trovare le testimonianze di chi ha già partecipato, video tratti dai corsi stessi e, spero, tanti post interessanti

https://business.facebook.com/itarocchidimarsiglia/?business_id=128567064414686
https://business.facebook.com/itarocchidimarsiglia/?business_id=128567064414686
https://business.facebook.com/itarocchidimarsiglia/?business_id=128567064414686